Sabato 20 Maggio - DANIELE GATTANO a Verona

ARCIGAY VERONA PIANETA URANO Vi invita ad una speciale serata di teatro in occasione della GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L’OMOFOBIA LA TRANSFOBIA E LA BIFOBIA e a sostegno di REMILIA PRIDE 2017

SABATO 20 MAGGIO 2017
Ore 21.15

FUORI
Stand up Comedy di
DANIELE GATTANO
Direttamente da COLORADO - Stand up Comedy

Introduce
ALBERTO "IL GREZZA" GREZZANI
con ETERO (NON) PRATICANTE

Stand up Comedy by GRUPPO COMICUS

Conduce:
SEBASTIANO RIDOLFI (FOX)




Dove: SATIRO TEATRO OFF
Vicolo Satiro, 3 (Zona Filippini) VERONA
Ingresso Euro 8,00

Manifestazione Antifascista a Verona - 25.4.2017

25 Aprile 2017 Manifestazione Antifascista.
Partenza Corteo ore 16.00 Santa Toscana - Verona
L'UNICA LEGITTIMA DIFESA E' QUELLA PARTIGIANA, LIBERA, RESISTENTE

All’insicurezza, alla precarietà, alla violenza e alla miseria che attraversano i nostri giorni, oggi come ieri, chi di questa situazione è responsabile o complice vorrebbe rispondere soffiando sulla paura, strillando “alle armi”, alimentando la lotta degli ultimi contro gli ultimi, innalzando muri, aggredendo diritti e dignità conquistate. Oggi come ieri è necessario SCEGLIERE DA CHE PARTE STARE, quali le vere “insicurezze” a cui resistere, da cui liberarsi. LIBERARE IDEE E AZIONI perché un nuovo presente non è soltanto possibile ma necessario.
RESISTENTI AL FIANCO DELLE DONNE E DEGLI UOMINI CHE SCAPPANO  dalle guerre, dall’impoverimento, dalle catastrofi ecologiche di cui tanta responsabilità ha questa nostra parte di mondo, che ieri chiamavamo irregolari o clandestini, che oggi abbiamo deciso di chiamare profughi, veri o falsi, perché la FORTEZZA EUROPA ha chiuso ogni altra porta d’accesso, dimenticando che, oltre e nonostante le mura, sono stati e saranno parte della nostra “ricchezza”. LIBERTÀ DI ACCESSO E DI MOVIMENTO. Perché un’altra accoglienza è possibile, urgente, intelligente.

L'attivista LGBT Svetlana Zackarova: “Vi racconto cosa succede ai gay in Cecenia”

Da alcuni anni tutto il mondo è a conoscenza di quello che succede in Russia nei confronti della comunità LGBTI, da quando è entrata in vigore la legge contro la "Propaganda gay", che di fatto punisce con multe e carcere chi parla in senso positivo di omosessualità e transessualità. Una legge che di fatto ha innescato un'ondata di omofobia e violenze verso le persone Lgbti, spesso con la complicità delle autorità e della polizia. In questo clima non ci stupisce quanto sta accadendo in Cecenia, regione russa a maggioranza islamica, dove c'è un governo fantoccio, imposto da Mosca dopo una feroce repressione durata anni. In Cecenia si parla di "campi di concentramento" per uomini gay, con torture ed uccisioni. Notizia che alcuni hanno tentato di minimizzare o negare. Sulle pagine di Wired, l'attivista Lgbt russa, Svetlana Zakharova di  Russian LGBT Network ci racconta cosa veramente sta succedendo.
:: Leggi l'intervista: